Nuovo! 16 Agosto 2020

Guardare alla Vergine.
La festa di Maria Assunta, anche se per molti coincide solo con il “ferragosto”, cioè con un momento di riposo e di vacanza, ci chiede di saper elevare lo sguardo dalle cose della terra a Dio. 
Lo sguardo alle cose della terra…
Mi pare di vedere, se guardo un telegiornale o apri un giornale, gente che pensa ad un’estate spensierata. gente che va in vacanza, gente che si reca nei luoghi della “movida”, gente che si reca anche all’estero in paesi lontani.
Mi pare di capire che ci siano “contagi di ritorno”; mi pare di intuire che ci siano “quarantene obbligatorie” per coloro che tornano da alcuni paesi. Insomma, mi pare di vedere che poco o niente sia cambiato.
 
Una domanda.
Mi domando allora: ma di tutto quello che abbiamo vissuto qualche mese fa, non è rimasto già più nulla? Non c’è più che il ricordo dei mesi di chiusura forzata? E, soprattutto, di quella solidarietà di cui si era parlato, di quello sguardo diverso sulle cose della vita… che cosa è rimasto?
 
Guardare a Maria per uno sguardo nuovo. 
Ecco Perchè vorrei e consiglierei, a chi non vuole solamente riprendere le cose di sempre superando un brutto momento, ma a chi vuole riflettere sul senso della vita e sugli stili di vita, di 
continuare a camminare su una strada diversa. 
La strada di chi si accorge che, senza un radicale cambiamento di rotta, non ci sarà solidarietà.
la strada di chi si interessa del bene proprio e degli altri, ed attua progetti di condivisione, di vicinanza a chi è nel bisogno o nel dolore, la strada di chi si interessa del prossimo. Credo che Maria assunta in cielo in anima e corpo, ci stia dicendo che solo a chi ricerca queste cose si apre quello sguardo nuovo sulla vita, sulle realtà, sul mondo che diventa preludio di quella vita eterna in Dio e con Dio alla quale tutti siamo destinati.
Per una vera sapienza di vita. 
L’arcivescovo ci invita a riflettere sul tema della sapienza per il prossimo anno pastorale. Che sapienza di vita vivo, cerco e trasmetto?
Vorrei che fosse questa la domanda da portare nel cuore in questa festa dell’Assunta, per non perdere quel “più di sapienza” che anche le esperienze difficili della vita ci possono permettere di avere.
Maria che veglia sui figli suoi, vegli anche su di noi!
Buona festa dell’Assunta.

Il vostro parroco,