Loading...
Home2020-11-24T15:55:50+01:00

MONS. MARCO FERRARI

27/11/1932 – 23/11/2020

I sacerdoti e i fedeli della Comunità Pastorale partecipano al lutto per la morte di Sua Eccelenza Monsignor Marco Ferrari e affidano la sua anima alla misericordia del Padre Celeste.

  • Camera ardente presso la ex chiesa di San Giulio, a partire da martedì 24/11 dalla tarda mattina.
  • Martedì sera alle 18.00 Santo Rosario presieduto dall’Arcivescovo
    L’evento sarà trasmesso in streaming (vedi video sottotante)
  • Mercoledì alle ore 18.00 momento di preghiera in ex Chiesa.
  • I funerali saranno celebrati Giovedì 26 nel Duomo di Milano e saranno presieduti dall’Arcivescovo. 
E’ POSSIBILE PARTECIPARE AL FUNERALE A MILANO UTILIZZANDO L’AUTOBUS MESSO A DISPOSIZIONE DALLA COMUNITA’ PASTORALE.
ISCRIZIONI IN SEGRETERIA ( anche telefonicamente 0331/200148 ore 16-19) , fino ad esaurimento posti (Partenza del pullman ore 9.00 da via Dubini).
LE ESEQUIE SARANNO TRASMESSE IN STREAMING SUL SITO DELLA DIOCESI (chiesadimilano.it) E in DIRETTA su Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre)
  • Giovedì sera, alle ore 20.45, in Auditorio, S. Messa di suffragio per la Comunità pastorale presieduta da S. Ecc. Mons. Stucchi.
La salma di Mons. Marco verrà tumulata nel cimitero cittadino. 

La Chiesa Ambrosiana accompagna l’ingresso di Mons Marco Ferrari nella pace eterna di Dio con una preghiera di intensa riconoscenza.
Abbiamo tutti molti motivi di gratitudine per Mons. Ferrari per il suo zelo pastorale, per la sua opera educativa nel Seminario Diocesano, per le responsabilità assunte come vicario episcopale di zona e come Vescovo Ausiliare.
Con simpatia e ammirazione ricordiamo il molto lavoro compiuto, il suo caratteristico stile modesto, cordiale, benevolo verso tutti, per la sua sensibilità verso i problemi sociale, le sfide culturali e le persone in difficoltà.
Nella confidenza più semplice e nella comunicazione più profonda ha dato testimonianza a me e a tutti di un intenso desiderio di vedere il volto di Dio, di percorrere la via della sequela di Gesù, di entrare nella comunione di santi, consapevole di dover passare per la porta stretta del consumarsi per amore e del soffrire con pazienza.
Lo immagino ora avvolto della gloria di Dio e della sua pace e invito tutti a pregare per lui perché continui a intercedere per questa Chiesa che ha amato e servito e continui ad essere presenza lieta e attenta per la sua grande famiglia, alla quale esprimo le mie condoglianze.

+ Mario Delpini
Arcivescovo di Milano

VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE DELLA TUA COMUNITA’? ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Non hai ancora Telegram sul tuo Smartphone? Scaricalo subito dagli app store!

Clicca Qui per iscriverti al Canale!

Perle di Saggezza

In Questo tempo di avvento e di lettura del libro della Sapienza, lasciamoci guidare ogni giorno da una perla, un piccolo pensiero per accompagnare la giornata: una Perla di Sapienza.

La sapienza delle Parole.  

È sapienza di conversione, rimettere in Dio tutte le parole inutili che pronunciamo, insieme a quelle che non realizzano il bene dell’altro, ma danno sfogo al peggio che è in noi.

Podcast Commento alle scritture

Il podcast del parroco don Andrea Ferrarotti che attraverso dei contenuti audio, ci aiuta a riflettere sulle scritture del giorno. Ogni giorno un nuovo episodio. Disponibile anche su Spotify, Apple Podcasts e Google Podcasts.

LA CELEBRAZIONE DEL GIORNO

Una Parola da don Andrea

SCARICA il notiziario

Avvento 2020.

Seconda settimana.

Seguendo la scansione già pubblicata la settimana scorsa, dopo la sapienza del saper leggere i segni dei tempi, eccoci ad un secondo ed importantissimo tema: ottenere la sapienza che viene dalla consolazione di Dio che si attua nella confessione.

Reazioni.

Si può essere consolati dalla confessione? Non è questo il Sacramento nel quale, piuttosto, ci si accusa dei peccati? Credo profondamente alle parole che sento da molti: non so come confessarmi…; non so più quali sono i peccati…; che senso ha confessarmi se poi ripeto le stesse cose…; perché dovrei confessarmi se, poi, vedo che la gente fa più o meno quello che faccio io…; che bisogno ho di un sacramento se posso intendermi io con Dio… Obiezioni che sono nella mente di molti e per le quali occorrerebbe una catechesi intera per poter almeno tentare di rispondere.

La parte lesa. 

Se abbiamo parole come queste nella mente è, però e a mio avviso, perché vediamo Dio come un giudice giusto che deve giudicare le nostre azioni. Ci sentiamo un po’ come in un tribunale e ci viene spontaneamente da reagire al giudizio di un altro… Forse non abbiamo ancora capito che Dio non è il “giudice”, ma, piuttosto, la “parte lesa”.  Con il peccato, infatti, noi tutti rendiamo Dio insignificante, è come se dicessimo a Dio che non centra niente con la nostra vita; sminuiamo il suo amore che, forse, non riusciamo nemmeno più a percepire o nel quale rischiamo di non credere più; mettiamo Dio in situazione di marginalità rispetto alla nostra vita e rispetto alla vita del mondo. Più che suscitare il “giusto giudizio di un giudice implacabile”, con il peccato mettiamo Dio ai margini, fino, al limite, ad escluderlo dalla nostra vita. È Lui la parte lesa!

La centralità della confessione. 

Ecco, allora, la sapienza della confessione, che non è solamente un momento nel quale “diciamo” i nostri peccati, ma è più ancora un momento nel quale, dialogando con il Sacerdote, richiediamo a Dio di entrare in pieno nelle nostre vite, chiediamo a Lui di tornare ad essere il centro della nostra vita e della nostra fede. A poco servirebbe un dialogo sulle nostre mancanze come potremmo anche fare raccontandoci ad un altro uomo: centrale nella confessione è l’assoluzione, cioè quella potenza di grazia che libera dal peccato e che solleva dal peso della colpa.

Un’esperienza di grazia. 

Ecco perché ogni confessione dovrebbe essere un’esperienza di grazia, un momento di incontro con la misericordia di Dio. Un momento dal quale si esce gioiosi e grazie al quale si ri-incomincia un’esperienza di vita diversa, segnata da quell’amicizia con Dio che rende detestabile il peccato, ma amico il peccatore; desiderata la grazia da suggellare, poi, nell’incontro con l’Eucarestia; chiara la professione di fede nel Dio dell’amore che invita sempre  a ricominciare da capo senza scoraggiamenti e senza abbattersi.

Una sapienza da vivere. 

Propongo a tutti, in questo tempo prima di Natale, di accostarsi così alla confessione, lieti di correre incontro al Dio della misericordia che ama farsi carico del peccato dell’uomo per trasformarlo in momento di grazia e di vita. Sapienza è anche sapersi avvicinare al natale programmando la propria confessione.

Il vostro parroco,

Effettua una donazione

Eventi

formazione genitori battesimo

Novembre 26 @ 21:15 - 22:00

Tutti insieme preghiamo per gli ammalati, per le persone che soffrono.
Sotto la Tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio.
Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.
Ringrazio tutti i cristiani, tutti gli uomini e le donne di buona volontà che pregano per questo momento, tutti uniti, qualsiasi sia la tradizione religiosa alla quale appartengono.

Papa Francesco

Notizie

News in evidenza

DPCM 5 OTTOBRE 2020

In questo non facile momento, alla luce del dpcm, delle ordinanze della Regione Lombardia, e della Curia Arcivescovile, è comunque consentita la celebrazione della S. Messa con il popolo e tutti i sacramenti “in presenza”.
Qui sotto trovate le diverse autocertificazioni da produrre.
Personalmente, fatte salve tutte le disposizioni di legge e le raccomandazioni che, da tempo, stiamo attuando, direi che
per ragazzi, adolescenti, famiglie, adulti, la modalità in presenza è da preferire, mentre raccomando agli anziani tutte le prudenze del caso. Penso soprattutto ai ragazzi del catechismo che potranno trovare, nella celebrazione settimanale, quell’educazione alla fede che, almeno per ora, non avverrà nella riunione settimanale di gruppo.
Per questo motivo sono in vigore, in tutte le chiese, gli orari consueti.
Per venire comunque incontro alle esigenze di tutti viene ripristinato anche il doppio streaming delle S. Messa, una per i ragazzi 9.30 e una per la comunità adulta alle ore  11.15, sul sito e sul canale YouTube della comunità. Iscriviti!
Ciascuno pensi e si regoli secondo libertà, ma non venga meno la fede e il suo gesto culmine.

Per i fedeli:
SCARICA QUI L’AUTOCERTIFICAZIONE PER I FEDELI

Per il servizio liturgico:

SCARICA QUI L’AUTOCERTIFICAZIONE PER IL SERVIZIO LITURGICO

Perle di Saggezza – Giovedì 26 Novembre 2020

La sapienza delle Parole.  

È sapienza di conversione, rimettere in Dio tutte le parole inutili che pronunciamo, insieme a quelle che non realizzano il bene dell’altro, ma danno sfogo al peggio che è in noi.

Perle di Saggezza – Mercoledì 25 Novembre 2020

 La Sapienza del Dubbio.

C’è una sapienza anche nei dubbi di fede che, legittimamente, possono essere in una coscienza. Il dubbio diventa sapienza quando non esprime opposizione a Dio, ma desiderio di incontrarlo.

Scopri tutte le News

L’amore è un frutto che matura in ogni stagione ed è sempre alla portata di ogni mano. È il dono più grande che chiunque possa fare.

Madre Teresa di Calcutta

CONTATTACI