SCARICA il notiziario

Venire alla luce. 

Credo che la finale del Vangelo di oggi sia illuminante anche per questa mia breve introduzione alla settimana. “Chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio”.

Venire verso la luce.

In questo tempo diverso dal solito, in questa estate che sarà diversa da come abbiamo vissuto tutte le altri estati, mi sembra doveroso ricordare a tutti il dovere di “venire verso la luce”, cioè di mettere in campo opere attraverso le quali cercare di garantire segni di una ritrovata normalità. I piccoli segni possono essere solo piccole luci, ma quanto è importante anche la piccola fiamma di una piccola lucerna! Anche una piccola luce può contribuire a ridare speranza e senso alla vita di ciascuno. 

L’attenzione ai giovani.

In questo senso, mi sembra che l’opera della pastorale estiva per i giovani, chiamata “summerlife”, sia davvero un segno importante, da sottolineare per tutta la comunità. 

L’oratorio sta per riaprire i cancelli a diverse attività:

L’attività per i ragazzi, divisa in fasce orarie o al mattino o al pomeriggio;

L’attività per gli adolescenti, nella proposta di oratorio serale con attenzione specifica a questa fascia di età;

L’attività per i volontari che, come al solito, con generosità garantiranno tutto quello che è necessario per rispettare le leggi ma anche per educare i più giovani. 

“Educare”, del resto, significa “trarre fuori”. Noi cerchiamo di “trarre fuori” il meglio di quello che possiamo, con le risorse che abbiamo, per questo periodo per non lasciare che il tempo che ci viene donato da Dio, sia un “tempo vuoto” nel quale non cercare il bene che può dischiudersi dinnanzi a noi. L’attenzione ai più piccoli, l’attenzione ai preadolescenti e agli adolescenti che vogliamo mettere in campo, vuole garantire a queste fasce di età di “trarre fuori” il meglio possibile per questa estate.

Un richiamo per tutti.

Vorrei che il tema della pastorale estiva non fosse solo un’opera per “addetti ai lavori”, qualcosa che coinvolge qualcuno di noi! La pastorale dei giovani sempre deve coinvolgere tutti! Non già perché vi partecipiamo, non è da tutti poter paertecipare a iniziative singolari e mirate, ma perché almeno con la preghiera, tutti possiamo sentirci partecipi di un settore rilevante della vita della comunità cristiana intera. Così vorrei che tutti partecipassimo a questa edizione della pastorale giovanile estiva “Summerlife!”.

Mentre ringraziamo don Andrea e tutti i collaboratori del progetto estivo, disponiamoci anche noi a vivere un’estate dello Spirito che sappia portare nel cuore di ciascuno di noi i frutti che il Signore ha predisposto per questo tempo che è, comunque, sotto la sua protezione e ricco della sua benedizione.

Il vostro parroco,